Torna alla Home Page
 
  Comune di Castilenti (Archeologia)

Nell'etÓ del ferro nella localitÓ Casabianca Ŕ testimoniata una necropoli di VI-V secolo a.C. con una tomba maschile che ha restituito un bacile in lamina di bronzo, una brocchetta a corpo piriforme in bronzo ed una spada in ferro; mentre sul Colle Silvino o la Fortezza Ŕ riconoscibile il sito di un centro fortificato italico con materiali ceramici, resti murari, bronzi e monete dall'etÓ protostorica fino al medioevo. In etÓ ellenistica, III-II secolo a.C., abbiamo segnalazioni di un luogo di culto in localitÓ S.Romualdo con ex-voto in terracotta. Nella successiva etÓ romana sono segnalati insediamenti: sul Colle Silvino o La Fortezza (cit.) e in localitÓ Fonte Pisciarello con resti murari di una villa tardo-romana con materiali ceramici di V-VI secolo d.C.. Una necropoli romana Ŕ segnalata sul Colle S. Pietro dove Ŕ stato anche rinvenuto un cippo miliario, presente ora presso il convento delle Suore Francescane, posto lungo la via romana Hatria-Pinna, con dedica agli imperatori Valente, Valentiniano e Graziano, databile al 374 d.C.: d(ominis) n(ostri) Flaviis Volentiniano / Valenti ed Gratiano piis felicibus / hac Triump(h)atoribus semper / Aug(ustis) bono r(ei) p(ublicae) natis.

 

Cippo militare romano risalente agli anni che vanno dal 364 al 376.

 

scarica Adobe Acrobat scarica QuickTime scarica macromedia Flash Player